DETTAGLI GARA - ID 34

Stato: Aggiudicazione Definitiva


Registrati o Accedi per partecipare

ProceduraAperta
CriterioQualità Prezzo
OggettoServizi
Affidamento del servizio di verifica del progetto esecutivo relativo ai lavori per la realizzazione del Parco Urbano di Piazza D’Armi in L’Aquila
CIG67459928B3
CUPC14B13000290006
Totale appalto€ 157.849,83
Data pubblicazione10/10/2016 Termine richieste chiarimentiMartedi - 01 Novembre 2016 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 07 Novembre 2016 - 12:00 Apertura delle offerteGiovedi - 10 Novembre 2016 - 10:00
Categorie
  • 713563 - Servizi di supporto tecnico
Breve descrizioneAffidamento delle attività di verifica di cui all'art. 26 del D.Lgs. n° 50/2016, finalizzata alla validazione del progetto esecutivo relativo ai lavori per la realizzazione del Parco Urbano di Piazza d’Armi in L’Aquila.
Struttura proponente dipartimento ricostruzione
Responsabile del servizioIng. Vittorio FabriziResponsabile del procedimentoIng. Giuseppe Galassi
Allegati
File pdf bando di gara-10102016114229 - 88.98 kB
10/10/2016 14:02
File pdf disciplinare di gara-10102016114336 - 1.41 MB
10/10/2016 14:02
File pdf disciplinare tecnico di gara - 717.96 kB
10/10/2016 14:02
File zip allegati - 82.65 kB
10/10/2016 14:02
File zip progetto piazza d-armi - 3.58 MB
10/10/2016 14:04
File pdf VERIFICA E VALIDAZIONE DEFINITIVO - 633.80 kB
03/11/2016 10:55
File pdf Graduatoria provvisoria - 84.76 kB
24/02/2017 14:04
File pdf Aggiudicazione definitiva Parco urbano di Piazza D-Armi appalto progetto esecutivo - 926.15 kB
27/03/2017 13:22

Aggiudicazione definitiva - Atto n. 992 del 24/03/2017

02341540421

PROGETTO COSTRUZIONE QUALITA' S.R.L. IN SIGLA PCQ S.R.L. -

Partecipanti

01927190999

RINA CHECK S.R.L. -

02677070605

Gea++ Architettura srl -

11498640157

BUREAU VERITAS ITALIA SPA -

02599170137

GRUPPO MERCURIO SRL -

10902450013

NORMATEMPO ITALIA SRL -

RAGGRUPPAMENTO

01413620996

MALVEZZI & PARTNERS SERVIZI INTEGRATI SRL - 04-CAPOGRUPPO

06453640721

ELETTRO - LAB SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA - 01-MANDANTE

13218350158

ICMQ SPA -

02341540421

PROGETTO COSTRUZIONE QUALITA' S.R.L. IN SIGLA PCQ S.R.L. -

03465090961

INARCHECK S.P.A. -

Avvisi di gara

20/02/2017Affidamento del “servizio di verifica del progetto esecutivo relativo ai lavori per la realizzazione del Parco Urbano di Piazza D’Armi in L’Aquila. Prosecuzione operazioni di gara
Si comunica che la Commissione deputata allo svolgimento delle operazioni di gara finalizzate all’aggiudicazione del servizio sopra evidenziato, è convocata per il giorno 24 febbraio 2017 alle ore 09,30   Presso la sede del Comu...
16/02/2017Affidamento del “servizio di verifica del progetto esecutivo relativo ai lavori per la realizzazione del Parco Urbano di Piazza D’Armi in L’Aquila. Rinvio seduta di gara
Si comunica che la seduta di gara prevista per il giorno 16 febbraio 2016 ore 09,30 è rinviata a data da destinarsi. L’Aquila, 16/02/2017                 &nbs...
10/02/2017Affidamento del “servizio di verifica del progetto esecutivo relativo ai lavori per la realizzazione del Parco Urbano di Piazza D’Armi in L’Aquila. Prosecuzione operazioni di gara
Si comunica che la Commissione deputata allo svolgimento delle operazioni di gara finalizzate all’aggiudicazione del servizio sopra evidenziato, è convocata per il giorno 16 febbraio 2017 alle ore 09,30   Presso la sede del Comu...
02/02/2017016 AFFIDAMENTO DEL “SERVIZIO DI VERIFICA DEL PROGETTO ESECUTIVO RELATIVO AI LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DEL PARCO URBANO DI PIAZZA D’ARMI IN L’AQUILA. ESAME ISTANZA PROT. N. 5911 DEL 23/01/2017
Si comunica che la Commissione deputata allo svolgimento delle operazioni finalizzate alla valutazione della documentazione amministrativa del servizio sopra evidenziato, è convocata per il giorno 06 febbraio 2017 alle ore 09,00 per l’e...
14/12/2016Affidamento del “servizio di verifica del progetto esecutivo relativo ai lavori per la realizzazione del Parco Urbano di Piazza D’Armi in L’Aquila. Prosecuzione operazioni di gara
Si comunica che la Commissione deputata allo svolgimento delle operazioni di valutazione qualitativa dell’offerta, è convocata per il giorno 22 dicembre 2016 alle ore 10,00   Presso la sede del Comune di L’Aquila sita in V...
14/12/2016Affidamento del “servizio di verifica del progetto esecutivo relativo ai lavori per la realizzazione del Parco Urbano di Piazza D’Armi in L’Aquila. Prosecuzione operazioni di gara
Si comunica che la Commissione deputata allo svolgimento delle operazioni di gara finalizzate all’aggiudicazione del servizio sopra evidenziato, è convocata per il giorno 21 dicembre 2016 alle ore 12,00   Presso la sede del Comu...
23/11/2016Affidamento del “servizio di verifica del progetto esecutivo relativo ai lavori per la realizzazione del Parco Urbano di Piazza D’Armi in L’Aquila. Prosecuzione operazioni di gara
Si comunica che la Commissione deputata allo svolgimento delle operazioni di gara finalizzate all’aggiudicazione del servizio sopra evidenziato, è convocata per il giorno 28 novembre 2016 alle ore 10,30   Presso la sede del Comu...

Chiarimenti

  1. 21/10/2016 09:30 - Domanda 1:
    Con riferimento all'articolo 14 paragrafo 3) lettera a), requisiti di capacità  tecnico – organizzativa del disciplinare di gara, dato che, come da Tabella riportata a pagina 6 dello stesso disciplinare  l’importo lavori è in tal modo suddiviso: - Classe e categoria Id (E.13) = 10.251.318,63 - Classe e categoria Ig (S.03) = € 2.373.764,15 - Classe e categoria Id (E.19) = 1.159.914,24 - Classe e categoria VIII (D.04) = 260.352,41 - Classe e categoria IIIb (IA.02) = 2.218.081,60 - Classe e categoria IIIc (IA.04) = 1.854812,81 TOTALE IMPORTO LAVORI = 18.118.243,84 si chiede di poter dimostrare il possesso del requisito anche mediante almeno due servizi relativi a lavori di importo ciascuno almeno pari al cinquanta per cento di quello oggetto dell’appalto da affidare e composto almeno dal 50% dell’importo di ciascuna categoria di cui sopra; tale richiesta è inoltrata a codesta spettabile Stazione Appaltante anche ai sensi di quanto stabilito dal documento ANAC Linee Guida n. 1, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Indirizzi generali sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria”, che addirittura non pone dei vincoli particolari sull’importo di ciascuna categoria ma parla di “natura analoga”. 

    Domanda 2:
    “QUESITO 1 In relazione alla dimostrazione del Requisito di capacità tecnico-organizzativa di cui al paragrafo 14.1, punto 3), lettera a) del Disciplinare di gara si chiede se il criterio di analogia con l’oggetto del bando, espresso mediante l’indicazione “settore dell’edilizia culturale” sia ritenuto soddisfatto mediante l’avvenuto svolgimento di servizi di verifica riconducibili a tutte le destinazioni funzionali definite dal D.M. 143/2013 sotto la voce “Cultura, Vita Sociale, Sport, Culto” e perciò riconducibili alle categorie E.11, E.12, E.13. Inoltre si chiede se il criterio di analogia possa essere ugualmente soddisfatto mediante l’avvenuto svolgimento di servizi di verifica relativi a Poli Universitari e Accademie, i quali, essendo riconducibili alla categoria E.10 avrebbero comunque lo stesso grado di complessità della categoria principale relativa all’oggetto del bando (E.13).   QUESITO 2 In relazione alla dimostrazione del Requisito di capacità tecnico-organizzativa di cui al paragrafo 14.1, punto 3), lettera a) del Disciplinare di gara si chiede di confermare la possibilità di prendere in considerazione anche servizi di verifica, o la parte di essi, espletati nel periodo dell’anno 2016 antecedente la data di pubblicazione del bando.” 

    Domanda 3:
    “Per i servizi di edilizia culturale si possono confermare anche poli scolastici, università, accademie e istituti di ricerca?”

    Domanda 4:
    “Gentili, in riferimento alla gara in oggetto, si chiede se in caso di RTP, tutti i soggetti (mandatari e mandanti) dovranno essere in possesso dei Requisiti di idoneità professionale (art 4 Disciplinare) quali: 1) accreditamento da enti partecipanti all'EuropeanCooperation for Accreditation (EA), ai sensi della norma europea UNI CEI EN ISO/IEC 17020 come organismi di ispezione di tipo A o di tipo C nello specifico settore delle "Costruzioni edili e delle opere di ingegneria civile in generale e relative opere impiantistiche, opere di presidio e di difesa ambientale e di ingegneria naturalistica" per la tipologia ispettiva: "Ispezioni sulla progettazione delle opere ed ispezione sulla esecuzione delle opere"; ​oppure ​2) certificazione del di un sistema interno di controllo di qualità, dimostrato attraverso ii possesso della certificazione di conformità alla norma UNI EN ISO 9001, rilasciata da Organismi di certificazione accreditati da enti partecipanti all'EuropeanCooperation for Accreditation (EA). In alternativa si chiede  se il requisito possa  essere coperto anche solo dalla Mandataria. Cordiali saluti”

     


    Risposta 1:
    Si riscontra il quesito assumendo a specifico riferimento le Linee Guida n° 1, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Indirizzi generali sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria” approvate dal Consiglio dell’Autorità Nazionale anticorruzione con delibera n° 973 del 14.09.2016.
    Si richiama prioritariamente il paragrafo VII, punto 2.3 - lettera b., nel quale, in ordine ai requisiti per l’accesso alla gara, viene specificato di prevedere nei bandi l’avvenuto svolgimento, negli ultimi cinque anni, di almeno due appalti di servizi di verifica di progetti, o di progettazione e direzione lavori, relativi a lavori di importo ciascuno almeno pari al cinquanta per cento di quello oggetto dell’appalto da affidare e di natura analoga allo stesso. Per l’individuazione di servizi di verifica analoghi si fa riferimento alla suddivisione in classi e categorie di opere prevista dal d.m. 17 giugno 2016.
    Il Disciplinare di gara, allegata al bando in argomento, riporta all’art. 14, punto 14.1, numero 3, lettera a) i richiesti requisiti di capacità tecnico-organizzativa ovvero Aver svolto negli ultimi cinque anni, almeno due appalti di servizi di verifica di progetti, di progettazione o direzione lavori di importo ciascuno pari al 50% di quello oggetto dell'appalto da affidare e di natura analoga allo stesso (settore dell’edilizia culturale), per un importo quindi pari ad euro 9.059.121,92”.
    In relazione al chiarimento richiesto si desume dalla Linee Guida suddette quanto segue:
    • paragrafo III, punto 3.1: …”si debbono identificare le opere cui appartengono gli interventi oggetto dell’incarico, secondo quanto riportato nella tabella Z-1 del citato d.m. 17 giugno 2016 e le corrispondenti classi e categorie di cui alle precedenti disposizioni tariffarie. In tal modo, infatti, è possibile: (i) richiedere il possesso del requisito professionale costituito dall’aver svolto servizi tecnici per interventi in quelle specifiche classi e categorie”
    • paragrafo V, punto 1: “Ai fini della qualificazione, nell’ambito della stessa categoria edilizia, le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare (non necessariamente di identica destinazione funzionale) sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi da affidare. Esemplificando, l’aver svolto servizi tecnici per la realizzazione di ospedali (E.10), caratterizzati dal grado di complessità pari a 1,20, può ritenersi idoneo a comprovare requisiti per servizi tecnici caratterizzati da pari complessità, quali quelli per la realizzazione di tribunali (E.16), o da minore complessità, quali quelli per la realizzazione di scuole (E.09 con grado di complessità pari a 1,15). Tale criterio è confermato dall’art. 8 del d.m. 17 giugno 2016, ove afferma che “gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore all’interno della stessa categoria d’opera”. Le considerazioni di cui sopra, applicabili alle opere inquadrabili nelle attuali categorie “edilizia”, “strutture”, “viabilità”, non appaiono, di regola, estensibili ad ulteriori categorie (“impianti”, “idraulica”, ecc.), in quanto nell’ambito della medesima categoria convivono destinazioni funzionali caratterizzate da diverse specificità; a titolo esemplificativo, l’aver espletato servizi per la realizzazione di impianti elettrici non appare idoneo a qualificare il progettista per la realizzazione di impianti termoelettrici, sebbene questi ultimi siano caratterizzati da minore grado di complessità nella tabella Z-1, come dimostrano i riferimenti, nella stessa tabella, alle classi e categorie di cui alla l. 143/1949”.
    • paragrafo V, punto 3: …”ai fini della valutazione del possesso dei requisiti di partecipazione, anche ad altre categorie di opere, evidenziando come, in caso di incertezze nella comparazione, deve in ogni caso prevalere, in relazione alla identificazione delle opere, il contenuto oggettivo della prestazione professionale svolta”.
    Si evidenzia, infine, che al paragrafo VI, punto 2.2, lettera a) è specificato che “per quanto riguarda il criterio di valutazione a), il criterio motivazionale dovrebbe prevedere che si riterranno più adeguate quelle offerte la cui documentazione consenta di stimare, per più aspetti, il livello di specifica professionalità, affidabilità e, quindi, di qualità del concorrente, in quanto si dimostra che il concorrente ha redatto progetti, o effettuato in generale servizi di ingegneria e architettura di cui all'art 3, lett. vvvv) del Codice, che, sul piano tecnologico, funzionale, di inserimento ambientale, rispondono meglio agli obiettivi che persegue la stazione appaltante e che sono da ritenersi studiati con il fine di ottimizzare il costo globale di costruzione, di manutenzione e di gestione lungo il ciclo di vita dell’opera “.

    Risposta 2:
    QUESITO 1
    Si conferma quanto riportato nella Risposta 1  della domanda 1 relativamente al riferimento al pronunciamento delle Linee Guida n° 1 di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti “Indirizzi generali sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria” approvate dal Consiglio dell’Autorità Nazionale anticorruzione con delibera n° 973 del 14.09.2016:
    • paragrafo V, punto 1: “Ai fini della qualificazione, nell’ambito della stessa categoria edilizia, le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare (non necessariamente di identica destinazione funzionale) sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi da affidare. Esemplificando, l’aver svolto servizi tecnici per la realizzazione di ospedali (E.10), caratterizzati dal grado di complessità pari a 1,20, può ritenersi idoneo a comprovare requisiti per servizi tecnici caratterizzati da pari complessità, quali quelli per la realizzazione di tribunali (E.16), o da minore complessità, quali quelli per la realizzazione di scuole (E.09 con grado di complessità pari a 1,15). Tale criterio è confermato dall’art. 8 del d.m. 17 giugno 2016, ove afferma che “gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore all’interno della stessa categoria d’opera”. Le considerazioni di cui sopra, applicabili alle opere inquadrabili nelle attuali categorie “edilizia”, “strutture”, “viabilità”, non appaiono, di regola, estensibili ad ulteriori categorie (“impianti”, “idraulica”, ecc.), in quanto nell’ambito della medesima categoria convivono destinazioni funzionali caratterizzate da diverse specificità; a titolo esemplificativo, l’aver espletato servizi per la realizzazione di impianti elettrici non appare idoneo a qualificare il progettista per la realizzazione di impianti termoelettrici, sebbene questi ultimi siano caratterizzati da minore grado di complessità nella tabella Z-1, come dimostrano i riferimenti, nella stessa tabella, alle classi e categorie di cui alla l. 143/1949”.
    Si rammenta, inoltre, che al paragrafo VI, punto 2.2, lettera a) delle Linee Guida è specificato che “per quanto riguarda il criterio di valutazione a), il criterio motivazionale dovrebbe prevedere che si riterranno più adeguate quelle offerte la cui documentazione consenta di stimare, per più aspetti, il livello di specifica professionalità, affidabilità e, quindi, di qualità del concorrente, in quanto si dimostra che il concorrente ha redatto progetti, o effettuato in generale servizi di ingegneria e architettura di cui all'art 3, lett. vvvv) del Codice, che, sul piano tecnologico, funzionale, di inserimento ambientale, rispondono meglio agli obiettivi che persegue la stazione appaltante e che sono da ritenersi studiati con il fine di ottimizzare il costo globale di costruzione, di manutenzione e di gestione lungo il ciclo di vita dell’opera “.
    QUESITO 2
    Il Disciplinare di gara riporta all’art. 14, punto 14.1, numero 3, lettera a): “I servizi sono quelli iniziati, ultimati e approvati nel quinquennio antecedente la data di pubblicazione del bando, ovvero la parte di essi ultimata e approvata nello stesso periodo per il caso di servizi iniziati in epoca precedente. Non rileva al riguardo la mancata realizzazione dei lavori ad essa relativi”.

    Risposta 3:
    Si conferma quanto riportato nelle risposte n° 1 e n° 2 alle domande n. 1 e 2.

    Risposta 4:
    Si richiama l’art. 5, ultimo paragrafo, pag. 7,  del  Disciplinare di gara :“In caso di raggruppamento temporaneo di concorrenti, o consorzio, o GEIE l'accreditamento ai sensi della norma europea UNI CEI EN ISO/IEC 17020 o il possesso sulla certificazione di conformità alla norma UNI EN ISO 9001 deve essere posseduto da tutti i soggetti facenti parte del raggruppamento/consorzio/GEIE.”
     
    21/10/2016 13:28
  2. 25/10/2016 17:14 - Buongiorno 

    in merito alla gara in oggetto, si avvisa che il numero di CIG inserito sul sito dell'AVCPASS dell'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici, risulta non esistente o non ancora definito. Si chiede cortese indicazione su come procedere.

    Grazie
    Saluti 


    Come confermato dal RUP il CIG è  perfezionato. Se il problema persiste si consiglia di contattare l’ANAC.
    26/10/2016 13:10
  3. 27/10/2016 12:22 - Domanda 6:
    Buongiorno, in caso di RTI di due società al 50% entrambe Accreditate Accredia ai sensi della UNI CEI EN ISO/IEC 17020/2012 , il requisito di capacità economico-finanziaria e tecnico organizzativa può essere dimostrato tramite il fatturato ed i servizi di punta della Mandante? Grazie anticipatamente, distinti saluti.


    Risposta 6:
    Si richiama il punto 14.4 pag. 13 del Disciplinare di gara.
     
    02/11/2016 12:37
  4. 28/10/2016 15:59 - Domanda 7:
    Si richiede il rapporto di verifica conclusivo del progetto definitivo messo a base di gara e l'atto formale di validazione del progetto messo a base di gara


    Risposta 7:
    Sono stati pubblicati tra gli allegati.
    03/11/2016 10:57

Registrati o Accedi per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy Privacy
Help Desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Comune dell'Aquila

Via F. Filomusi Guelfi L'Aquila (AQ)
Tel. 0862.6451 - PEC: centrale.committenza@comune.laquila.postecert.it