Gara - ID 27

Stato: Aggiudicazione definitiva


Registrati o Accedi Per partecipare

ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
PROCEDURA APERTA, GESTITA TRAMITE PROCEDURA TELEMATICA, PER L’AFFIDAMENTO IN OUTSOURCING DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL’ARCHIVIO DI DEPOSITO DEL COMUNE DELL’AQUILA -  CPV 92512000-3 “Servizi Archivi”.
CIG6747390A5D
CUP
Totale appalto€ 426.229,50
Data pubblicazione 15/07/2016 Termine richieste chiarimenti Sabato - 06 Agosto 2016 - 12:00
Scadenza presentazione offerteVenerdi - 12 Agosto 2016 - 12:00 Apertura delle offerteLunedi - 05 Settembre 2016 - 09:00
Categorie merceologiche
  • 92512 - Servizi di archivi
Descrizione‚ÄčPROCEDURA APERTA, GESTITA TRAMITE PROCEDURA TELEMATICA, PER L’AFFIDAMENTO IN OUTSOURCING DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL’ARCHIVIO DI DEPOSITO DEL COMUNE DELL’AQUILA -  CPV 92512000-3 “Servizi Archivi”.
Struttura proponente SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI
Responsabile del servizio DOTT.SSA ANGELA SPERA Responsabile del procedimento DOTT. MARCO MANCINI
Allegati
File pdf Bando di gara - 86.35 kB
15/07/2016 10:18
File pdf Disciplinare di Gara - 1.46 MB
15/07/2016 10:18
File pdf Capitolato speciale d-appalto - 2.36 MB
15/07/2016 10:18
File rar Allegati.PDF - 1.24 MB
15/07/2016 10:18
File pdf Graduatoria provvisoria - 84.58 kB
11/01/2018 09:48

Aggiudicazione definitiva - 5048 \27/12/2017

00566000675

CISIA PROGETTI SRL -

Partecipanti

RAGGRUPPAMENTO

04286980372

PREMIO SRL - 04-CAPOGRUPPO

03400790360

ARCHIMEDIA SRL - 01-MANDANTE

01481180667

F.R. RESOURCES DI FERMINIA DI MARZIO S.A.S. -

01661740678

I.S.P. ISTITUTO STENODATTILO PROFESSIONAL S.R.L. -

01326250667

SERVIZI INTEGRATI SRL - UNIPERSONALE -

00700380603

DE VELLIS TRASLOCHI E TRASPORTI SRL -

01698960547

PLURIMA S.P.A. -

00566000675

CISIA PROGETTI SRL -

Avvisi di gara

14/10/2016Avviso
Si comunica che in data 13.10.2016 è stato pubblicato un file "Graduatoria provvisoria" errato sostituito con quello corretto in data 14.10.2016....
07/10/2016PROCEDURA APERTA, GESTITA TRAMITE PROCEDURA TELEMATICA, PER L’AFFIDAMENTO IN OUTSOURCING DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL’ARCHIVIO DI DEPOSITO DEL COMUNE DELL’AQUILA - CPV 92512000-3 “SERVIZI ARCHIVI”. PROSECUZIONE OPERAZIONI DI
Si comunica che la prossima seduta pubblica di gara, del procedimento di cui all'oggetto, è stata fissata per la giornata di giovedì 13.10.2016 ore 09:00 presso la sala convegni del Settore Risorse Umane e C.U.C. – Piano terra &nda...
28/09/2016PROCEDURA APERTA, GESTITA TRAMITE PROCEDURA TELEMATICA, PER L’AFFIDAMENTO IN OUTSOURCING DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL’ARCHIVIO DI DEPOSITO DEL COMUNE DELL’AQUILA - CPV 92512000-3 “SERVIZI ARCHIVI”. Prosecuzione operazioni di
Si comunica che la seduta di gara prevista per la giornata di mercoledì 5 Ottobre 2016 alle ore 09:00 è stata anticipata, per sopraggiunti impegni della Commissione di gara e pertanto si terrà nella giornata di martedì 4 Ottobr...
23/09/2016PROCEDURA APERTA, GESTITA TRAMITE PROCEDURA TELEMATICA, PER L’AFFIDAMENTO IN OUTSOURCING DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL’ARCHIVIO DI DEPOSITO DEL COMUNE DELL’AQUILA - CPV 92512000-3 “SERVIZI ARCHIVI”.Prosecuzione operazioni di
Si comunica che la prossima seduta pubblica di gara, del procedimento di cui all'oggetto, è stata fissata per la giornata di mercoledì 05.10.2016 ore 09:00 presso la sala convegni del Settore Risorse Umane e C.U.C. – Piano terra &n...
07/09/2016Procedura aperta, gestita tramite procedura telematica, per l’affidamento in outsourcing del servizio di gestione dell’archivio di deposito del comune dell’aquila - CPV 92512000-3 “Servizi Archivi”.
Si comunica che la prima seduta di gara, del procedimento di cui all'oggetto, è stata fissata per la giornata di mercoledì 14.09.2016 ore 09:00 presso la sala convegni del Settore Risorse Umane e C.U.C. – Piano terra – Viale ...
05/09/2016PROCEDURA APERTA, GESTITA TRAMITE PROCEDURA TELEMATICA, PER L’AFFIDAMENTO IN OUTSOURCING DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL’ARCHIVIO DI DEPOSITO DEL COMUNE DELL’AQUILA. Rinvio seduta pubblica di gara
Si avvisa che la seduta di gara, del procedimento di cui all'oggetto, prevista per la giornata di oggi è stata rinviata, per sopraggiunti impegni, sino a nuova comunicazione. Distinti saluti...

Chiarimenti

  1. 21/07/2016 14:27 - Buongiorno.
    Abbiamo effettuato il sopralluogo la volta scorsa e ci siamo resi conto delle difficoltà per il prelievo del materiale. La relazione tecnica ha un massimo di 10 facciate in Arial 12, uno spazio parecchio ristretto per descrivere al meglio tutte le operazioni necessarie. Si chiede se fosse possibile inserire una descrizione dettagliata di dette operazioni di prelievo come allegato alla relazione tecnica ed in caso di risposta positiva se tale allegato sarebbe considerato per il calcolo del punteggio tecnico. Si ringrazia.


    Il limite delle 10 facciate per la relazione tecnica previsto nel Disciplinare di gara deve ritenersi comprensivo anche della descrizione delle modalità di prelievo della documentazione archivistica.
    26/07/2016 10:40
  2. 21/07/2016 16:54 - In merito alla gara “...procedura aperta per l’affidamento in outsourcing del servizio di gestione dell’Archivio di deposito del Comune dell’Aquila” si evidenzia che, nel bando di gara, nella Sezione III – Informazioni di carattere economico, giuridico, tecnico e finanziario cauzione e garanzie richieste, capacità tecnica, amministrativa e economica, è riportato testualmente
    “disponibilità ovvero impegno a dotarsi, se aggiudicati, di idonei locali di deposito ubicati ad una distanza massima di 100 km dalla sede dell’Ente, sita all’Aquila in Via San Bernardino.....”.
    Tale clausola è in netto contrasto con i principi di pari opportunità che la Struttura Pubblica deve garantire a tutti i partecipanti. Così facendo è evidente che si limitano in modo drastico le possibilità di selezione, individuando in modo implicito i possibili partecipanti alla gara in oggetto.
    La giurisprudenza, per contesti identici, indica come “illegittimo” un tale vincolo e di seguito è riportata una recente sentenza in merito.
     
    http://www.dirittodeiservizipubblici.it/sentenze/sentenza.asp?sezione=dettsentenza&id=5237
     
    Si chiede pertanto di rettificare/eliminare tale vincolo “illegittimo” e consentire a tale società di partecipare in modo da evitare che si ricorra successivamente a ricorsi in merito a tale eventuale punto di esclusione da voi riportato in Bando di gara.
     
    Distinti saluti

     


    Il bando di gara prevede che i concorrenti dichiarino la “disponibilità ovvero impegno a dotarsi, se aggiudicatari, di idonei locali di deposito ubicati ad una distanza massima di 100 km dalla sede dell’Ente”. Tale previsione, motivata dalle ragioni esposte all’art. 9 del Capitolato speciale, non costituisce una barriera all’ingresso per la partecipazione degli operatori economici: il possesso effettivo dei locali, infatti, costituisce un requisito di esecuzione del contratto (“disponibilità ovvero impegno a dotarsi, se aggiudicatari”) e non deve essere necessariamente già soddisfatto al momento della domanda di partecipazione. Alla luce di questo, la previsione del Bando di gara appare pienamente legittima anche in relazione alla citata Delibera ANAC in quanto, nel caso in questione, il requisito richiesto non è di partecipazione (come nel caso della Delibera ANAC) ma bensì di esecuzione.
    26/07/2016 10:41
  3. 25/07/2016 11:32 - Si chiede di sapere se le risposte dell'Ente ai chiarimenti richiesti nella precedente procedura, sono validi anche per questa gara. E' possibile ripubblicarli o specificare eventuali differenze?
    Inoltre si chiede di sapere se è possibile aggiungere degli allegati all'offerta tecnica per meglio definire alcuni aspetti e caratteristiche ad esempio dei locali messi a disposizione, oppure aggiugere curricula. Se sì, questi allegati saranno oggetto di valutazione da parte della commissione con assegnazione di punteggio?

    A presto!


    I chiarimenti forniti nell'ambito della precedente procedura devono ritenersi invalidati in ragione dell'annullamento della stessa. La relazione tecnica non può contenere allegati che non siano espressamente richiesti nel Disciplinare. Per quanto concerne i curricula, essi devono essere allegati e saranno oggetto di valutazione nell'ambito del sub-elemento "Personale impiegato per l'esecuzione del servizio", come chiarito agli artt. 17.1 lett. B) e 19.3 “Elementi di valutazione” del Disciplinare di gara.

    27/07/2016 16:24
  4. 26/07/2016 09:48 - 1. Per il pagamento dell'imposta di bollo di euro 32,00 tramite modello F23 chiediamo quali sono i codici da inserire quali "ufficio o ente" - codice causale - codice tributo - codice destinatario ..... 
    grazie 



    2. Chiedo di verificare la possibilità di partecipare alla gara, indetta dal Comune dell’Aquila sulla gestione documentale, in merito al fatto che viene specificata la richiesta di essere dotati di sistema di spegnimento a gas inerti. Siccome disponiamo di un sistema, a detta degli esperti, tecnicamente superiore e non essendo indicata nella gara la possibilità di essere dotati di sistemi equivalenti o superiori, chiediamo se fosse possibile partecipare con un sistema diverso da quello evidenziato, purché sia riconosciuto come equivalente o superiore.
     


    Risposta 1. - Premesso che dette informazioni sono di competenza dell'Agenzia dell'Entrate e solo da questi devono essere fornite (l'imposta di bollo, infatti, non è versata a favore del Comune dell'Aquila), sulla base di precedenti versamenti effettuati dai partecipanti alle procedure di gara, si possono dare i seguenti suggerimenti.
    È possibile versare l’imposta di bollo tramite F23 inserendo il codice tributo “456T” ed il codice CIG. Questo potrà essere specificato o nella parte "Descrizione", dopo la dicitura Imposta di Bollo oppure nella sezione 10 “Estremi dell'atto o del documento”: a seguire alla dicitura anno 2016;
    Quanto al codice “ufficio o Ente”, questo dipende dall'Ufficio locale dell'Agenzia delle Entrate al quale va riferito il versamento.
     
     

    Risposta 2.L’art. 68 del D.Lgs. n. 50/2016 (“Nuovo Codice degli Appalti”) dispone a riguardo, in base al c.d. principio di equivalenza, che non è possibile dichiarare inammissibile o escludere l’offerta di un operatore economico “se nella propria offerta l'offerente dimostra, con qualsiasi mezzo appropriato, compresi i mezzi di prova di cui all'articolo 86, che le soluzioni proposte ottemperano in maniera equivalente ai requisiti definiti dalle specifiche tecniche”. Di conseguenza, spetta agli operatori economici dimostrare in sede di offerta che le proprie soluzioni sono almeno equivalenti rispetto a quelle richieste dalla stazione appaltante.
     
     
     
    27/07/2016 16:31
  5. 21/07/2016 09:18 - 1. Si chiede gentilmente di confermare che l'attestato rilasciato al termine delle operazioni di sopralluogo effettuate in occasione della precedente gara sia ancora valido e, pertanto, possa essere prodotto anche per questa procedura. Si ringrazia.

    2. Buonasera,
    si accusa difficoltà nello scarica i file "Allegati.pdf"
    Attendiamo gentile riscontro.
    Grazie


     


    Risposta 1.Si, come specificato al punto 7.2 del Disciplinare di gara "Per chi avesse già effettuato il sopralluogo nell’ambito della precedente procedura, relativa al CIG 6557178277, rimane valido l’apposito verbale rilasciato dalla stazione appaltante".

    Risposta 2.Per la visione dell’allegato "Allegati" è necessario dotarsi di software di decompressione dei files (Ad es. Win Zip o Win RAR). Qualora ci dovessero essere ulteriori difficoltà contattare il numero 0862/347076.
    27/07/2016 16:32
  6. 26/07/2016 15:14 - Le lettere di referenze sono state firmate digitalmente dai Ns istituti di credito in data 20/04/2016, in occasione del bando precedente.
    Sono comunque ritenute valide?

    grazie
     


     
    Si, è possibile presentare due referenze bancarie rilasciate in data 20.04.2016 da Istituti bancari o intermediari autorizzati, ai sensi del D.Lgs 01 Settembre 1993 n. 385.
    27/07/2016 16:38
  7. 27/07/2016 13:14 - Buongiorno
    si formulano i seguenti chiarimenti:
    - si evindezia una contraddizione in merito alla durata dell’appalto: nel punto 4.1 del Disciplinare si parla di 36 mesi, mentre nell punto 13.1 con riferimento alal cauzione provvisoria si parla di importo riferito al periodo di affidamento di 12 mesi (mentre la cifra è esattamente il 2% dell’importo triennale di € 426.229,50).
     
    - infine (punto 13.3), la polizza è richiesta con firma digitale e deve essere prodotta in originale. Tuttavia, la versione con firma digitale è già di per sé l’originale oppure no? Cosa si intende?
     


    Si conferma che come da sez. II del Bando di gara, dal punto 4.1 del Disciplinare di gara e dall’art 3 del Capitolato Speciale D’appalto la durata dell’appalto è di 3 anni(36mesi). Per quanto riguarda la cauzione provvisoria risulta pari al  2% del prezzo base indicato nel Bando di gara come prescritto dal comma 1 dell’art. 93 del D.Ls 50/2016.
    Per quanto riguarda al punto 13.3 del Disciplinare si intende che la polizza dovrà essere prodotta firmata digitalmente dal fideiussore. Laddove il fideiussore non fosse dotato della firma digitale potrà essere prodotta in copia autenticata da un notaio, ai sensi dell’art. 18 del DPR n. 445/2000, il quale dovrà apporre la propria firma digitale.
    27/07/2016 16:40
  8. 29/07/2016 16:54 - L'imposta di bollo potrà essere assolta mediante apposizione della marca da bollo sulla domanda di partecipazione?
    In merito, invece, all'offerta economica, poiché non è possibile inserire degli allegati nella sezione dedicata, è possibile inserire la marca da bollo nella documentazione amministrativa con una dichiarazione? Se sì, cosa bisogna indicare nella dichiarazione? 


    Si, qualora ci fossero difficoltà o impedimenti nell’assolvimento dell’imposta di bollo tramite il mod. F23, è possibile inviare l’offerta apponendo due marche da bollo da 16,00 Euro direttamente nella domanda di partecipazione e sovrascrivendo il codice CIG su entrambe le marche. Nella fase di verifica delle offerte resta ferma la possibilità da parte della commissione di gara di richiedere integrazioni in merito al pagamento dell’imposta.
    02/08/2016 15:47
  9. 02/08/2016 14:44 - Con la presente, si formulano i seguenti chiarimenti:
    1 Si chiede conferma che le tempistiche di esecuzione indicate all’Art. 12 del CSA si riferiscano a giorni di calendario, naturali e consecutivi (e non gg lavorativi).
    2 Per tutto il materiale da prendere in carico si chiede di specificare le modalità di catalogazione ad oggi utilizzate specificando indici di ricerca, tipologia di documenti e classi documentali.
    3 Si chiede di indicare una stima indicativa del numero di fascicoli e/o faldoni prodotti mensilmente e/o annualmente.
    4 Si chiede di indicare le dimensioni dei faldoni da custodire (lato lungo x lato corto x larghezza del dorso (minima e massima)
    5 Si chiede di indicare una stima indicativa del numero medio di pagine di ciascun documento/fascicolo.
    6 In relazione all’attività di riordino ed inventariazione del materiale pregresso prevista all’art. 5 (punto 2), si chiede di indicare:
    • il n. medio di fascicoli presenti in ciascuna unità di conservazione (faldone, registro)
      i campi di ciascun fascicolo da indicizzare
      eventuali criteri di ordinamento da adottare
    7 Si chiede di indicare le sedi dalle quali potranno pervenire le richieste di consultazione in originale e presso cui dovranno essere effettuate le consegne di documenti ed i ritiri semestrali.
    8 Si chiede di indicare il numero medio annuo di richieste di  documenti per consultazione distinguendo tra le richieste in copia e quelle in originale.
    9 In relazione al materiale di nuova produzione si chiede se il materiale di nuova produzione sarà reso disponibile già predisposto in faldoni.
    10 In riferimento alla documentazione già in deposito presso il sito di Avezzano, si chiede di specificare le modalità per la presa in carico iniziale del materiale, nello specifico si chiede di indicare se verrà consegnata a bocca di archivio alla nuova ditta aggiudicataria, accompagnata dalle relative liste di consistenza o database informatizzato, posizionata su pallet, senza che sia necessaria ulteriore manipolazione da parte del personale del nuovo affidatario se non per il carico su automezzo. In caso contrario, si chiede di specificare le azioni richieste a cura e a carico dell’aggiudicatario al momento della presa in carico (descaffalazione, inscatolamento del materiale, ecc).
     


    Risposta 1 - Sì, i tempi di esecuzione sono da riferirsi a giorni di calendario, naturali e consecutivi. 

    Risposta 2 - Purtroppo questo Ufficio non dispone di elenchi di consistenza della documentazione conservata nell’Archivio di deposito comunale. Per quanto riguarda il materiale più risalente, parte di esso è stato classificato a suo tempo secondo i criteri dettati dal Titolario Astengo, ma successivamente – come già chiarito nella premessa del Capitolato Speciale – la classificazione archivistica è stata applicata in maniera saltuaria e scarsamente sistematica da parte dell’Ente.

    Risposta 3 - Non siamo in grado di stimare con precisione la consistenza della documentazione archivistica prodotta mensilmente e/o annualmente. A livello del tutto indicativo, tuttavia, essa dovrebbe attestarsi intorno all’ordine di grandezza di 1000-1500 faldoni l’anno.  

    Risposta 4 - I faldoni misurano mediamente, salvo eccezioni, 35 cm (lato lungo) x 25 cm (lato corto) x 8min-18max (larghezza dorso).

    Risposta 5 - Il dato non è disponibile.

    Risposta 6 - Il dato sul numero medio di fascicoli presenti in ciascuna unità di conservazione non è disponibile. I campi di ciascun fascicolo da indicizzare sono: ufficio produttore, oggetto del fascicolo, estremi cronologici, eventuale classificazione archivistica ove esistente. A ciascun fascicolo, inoltre, dovrà ovviamente essere associato il codice identificativo del contenitore in cui il fascicolo stesso e la relativa unità di conservazione saranno collocati.

    Risposta 7 - I documenti da consultare in originale dovranno essere consegnati presso la sede dell’Ufficio Protocollo e Archivio, attualmente sita in via Roma, 207/A. Gli eventuali ritiri semestrali di nuova documentazione, invece, potranno essere effettuati presso ciascuna delle sedi comunali al momento attive, prelevando il materiale da locali facilmente accessibili e collocati al piano terra delle medesime sedi. 

    Risposta 8 - Il dato non è attualmente disponibile, ma si fa presente, in ogni caso, che le richieste di consultazione saranno di norma soddisfatte attraverso la messa a disposizione della copia in formato digitale dei documenti, salvo i casi in cui vi sia una specifica e motivata necessità di disporre del documento originale in formato cartaceo.

    Risposta 9 - Sì, il materiale di nuova produzione sarà reso disponibile già predisposto in faldoni. Al momento dell’eventuale versamento di nuova documentazione, il Comune fornirà un elenco di consistenza della stessa, al livello delle unità di conservazione.

    Risposta 10 - Non è previsto che la documentazione conservata nella sede del Settore Ricostruzione Privata, sita all’Aquila in via Avezzano, venga consegnata alla ditta aggiudicataria a bocca di archivio. Spetterà dunque alla ditta aggiudicataria l’intera fase di presa in carico, comprensiva di descaffalazione, inscatolamento del materiale e pallettizzazione. 

     
    04/08/2016 10:15
  10. 02/08/2016 16:22 - Si richiede, in merito all'assolvimento del bollo in maniera virtuale, se è possibile effettuare una dichiarazione ai sensi del DPR 445 (come previsto in altre procedure di gara) nella quale si dichiara che i numeri identificativi seriali delle 2 marche da bollo non saranno utilizzate per qualsiasi altro adempimento ma solo per la procedura relativa al CIG 6747390A5D ai sensi dell'Art.3 del  Decreto ministeriale del 10/11/2011. Firmando la dichiarazione digitalmente. Grazie.

    Si come già chiarito in un quesito precedente, qualora ci fossero difficoltà o impedimenti nell’assolvimento dell’imposta di bollo tramite il mod. F23, è possibile effettuare tale dichiarazione allegando una scansione con i due bolli da 16,00 Euro, annullandoli sovrascrivendo il codice CIG “6747390A5D” su entrambe le marche. Nella fase di verifica delle offerte resta comunque ferma la possibilità da parte della commissione di gara di richiedere integrazioni in merito al pagamento dell’imposta di bollo.
    04/08/2016 10:16
  11. 05/08/2016 13:01 -
    1. Buongiorno, con la presente si richiedono i seguenti chiarimenti:

      1. Secondo quanto previsto dall’articolo 11 del Capitolato il pagamento delle fatture avverrà con cadenza semestrale, queste potranno essere emesse anticipatamente?

      2. Secondo quanto previsto dall’articolo 5 punto 4 del Capitolato la documentazione oggetto di successivi versamenti semestrali dovrà essere scansionata, tale operazione consisterà nella riproduzione ottica?

      3. Secondo quanto previsto dall’articolo 5 punto 4 del Capitolato, l’Ente appaltante presenterà con cadenza semestrale proposte di versamento, si chiedono chiarimenti in merito alla quantificazione delle unità documentarie, è possibile porre un limite massimo di faldoni o registri da trasferire? Gli uffici oltre a presentare la proposta di versamento redigeranno un elenco della documentazione da conferire?

      4. L’articolo 5 punto 2 del Capitolato prevede l’attività di CENSIMENTO di tutte le unità archivistiche al fine di produrre un INVENTARIO della documentazione. Poiché  in termini archivistici gli interventi previsti sono completamente diversi tra loro, conferma che si tratta di CENSIMENTO con produzione di ELENCO DI CONSISTENZA?


    1) Il pagamento delle fatture avverà in maniera posticipata, sulla base delle attestazioni di regolarità del servizio svolto fornite da parte del Direttore dell'esecuzione.

    2) Sì, la scansione prevista consiste nella riproduzione ottica dei documenti.

    3) Indicativamente, la nuova documentazione da trasferire eventualmente all'Archivio di Deposito può essere stimata in 1000, massimo 1500 faldoni o registri annui. Al momento dell'eventuale versamento di nuova documentazione, il Comune fornità un elenco di consistenza della stessa, al livello delle unità di conservazione.

    4) Al termine dell'attività di censimento dovrà essere prodotto un elenco di consistenza dettagliato e quindi un database che consenta di identificare e rintracciare, attraverso le apposite chiavi di ricerca, le singole unità archivistiche. 

    08/08/2016 10:31
  12. 05/08/2016 15:37 - Domanda 1) Avendo a disposizione la documentazione dell "busta a", ma non avendo ancora completato la relazione per la "busta b", è possibile caricare la busta A e, anche il giorno successivo, o 2 giorno, dopo, caricare il resto, senza modificare nulla, ma semplicemente aggiungendo le altre buste?


    Domanda 2) Preg.mi,
    all'atto della compilazione dell'offerta tecnica, relativamente ai tempi di effettuazione del servizio, ci siamo accorti non ci appare chiaro qual sia il dato da inserire.
    vanno indicati i dati di quale colonna della tabella dei punteggi? ad esempio i coefficenti? oppure i punteggi attribuiti? oppure, come sembrerebbe, i numeri della colonna centrale? ad esempio i due unici dati da inserire, per quanto riguarda i tempi di consegna in originale, sono 1 (cioè entro un giorno lavorativo) oppure 2, (cioè entro un 2 giorni lavorativi), giusto?
    potete fare degli esempi pratici anche degli altri tempi?
    Ringraziamo anticipatamente e porgiamo cordiali saluti.
     


    Risposta 1) Si, ad esempio una volta caricata la busta “A” offerta amministrativa il passaggio viene automaticamente salvato in bozze. Se a quel punto si decide di fermarsi e di uscire è possibile poi rientrare nella piattaforma con il proprio profilo, anche a distanza di tempo e cliccando su bozze e poi partecipa si può riprendere da dove ci si era fermati in precedenza. A questo punto si potrà procedere a caricare la busta “B” offerta tecnica ed infine compilare e caricare l’offerta economica busta “C”.  



    Risposta 2) Risposta – Per i 4 elementi di valutazione cd vincolati “Tempi di completamento della fase di presa in carico”, “Tempi di collegamento per la fase di inventariazione”, “Tempi di consegna della documentazione da consultare in originale” ed Tempi di consegna della documentazione da consultare in copia, va inserito uno dei valori compresi nei range relativi al singolo criterio.
    Si consiglia comunque di inviare la propria offerta con congruo anticipo in modo da consentire alla Stazione Appaltante e/o al Gestore della piattaforma di fornire l’eventuale assistenza che dovesse rendersi necessaria al superamento di eventuali problemi correlati alla mancanza di padronanza nell’utilizzo della piattaforma da parte degli Operatori Economici.
     
     
    10/08/2016 09:17

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Comune dell'Aquila

Via F. Filomusi Guelfi L'Aquila (AQ)
Tel. 0862.6451 - PEC: centrale.committenza@comune.laquila.postecert.it