Gara - ID 103

Stato: Pubblicazione


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Aquilana Società Multiservizi Spa
ProceduraAperta
CriterioMinor prezzo
OggettoForniture
PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA COMUNITARIA AI SENSI DEGLI ARTT. 35 E 60 DEL D.LGS 50/2016 PER LA FORNITURA DI RICAMBI NUOVI DI FABBRICA ED ORIGINALI SUDDIVISA IN LOTTI, PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO AI SENSI
DELL’ART. 54 DEL D.LGS. 50/2016. 
LOTTO 1 CIG:80178868D5 - LOTTO 2 CIG: 8017893E9A - LOTTO 3 CIG: 8017901537 - LOTTO 4 CIG: 8017911D75
CIG80178868D5
CUP
Totale appalto€ 960.000,00
Data pubblicazione 25/09/2019 Termine richieste chiarimenti Martedi - 19 Novembre 2019 - 13:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 25 Novembre 2019 - 13:00 Apertura delle offerteMartedi - 26 Novembre 2019 - 10:00
Categorie merceologiche
  • 34312 - Pezzi di ricambio di motori
DescrizioneL'appalto ha per oggetto la fornitura di ricambi nuovi di fabbrica ed originali (esclusi i ricambi relativi agli allestimenti) occorrenti alla manutenzione degli automezzi di proprietà e/o in uso all’ASM quali compattatori, minicostipatori, porter con vasca, spazzatrici, scarrabili, autocarri e autovetture.
Struttura proponente AQUILANA SOCIETA' MULTISERVIZI
Responsabile del servizio RUP FABIO IANNI Responsabile del procedimento
Allegati
File pdf disciplinare-ricambi-asm- - 758.13 kB
25/09/2019
File pdf bando-asm-ricambi - 18.82 kB
25/09/2019
File pdf capitolato-ricambi-asm - 356.82 kB
25/09/2019
File doc dgue-editabile - 230.50 kB
25/09/2019
File xlsx allegato-1-elenco-automezzi-. - 15.23 kB
25/09/2019
File doc all.c-dichiarazione-sostitutiva-familiari-conviventi-inform-antim-4 - 37.00 kB
25/09/2019
File doc all.b-dichiaraz-insussist-art-85 - 44.00 kB
25/09/2019
File doc all.-a - 92.50 kB
25/09/2019
File pdf rettifica-gara-ricambi-asm- - 258.82 kB
14/10/2019

Lotti

OggettoLOTTO 1
CIG80178868D5
Totale lotto € 320.000,00
Durata 24 Mesi
Descrizione FORNITURA RICAMBI NUOVI ORIGINALI "FIAT IVECO"
Categorie merceologiche 34312 - Pezzi di ricambio di motori
Ulteriori informazioniLa modalita' della fornitura è indicata nel capitolato di gara.
OggettoLOTTO 2
CIG8017893E9A
Totale lotto € 160.000,00
Durata 24 Mesi
Descrizione FORNITURA RICAMBI NUOVI ED ORIGINALI "ISUZU".
Categorie merceologiche 34312 - Pezzi di ricambio di motori
Ulteriori informazioniLa modalita' della fornitura è indicata nel capitolato di gara.
OggettoLOTTO 3
CIG8017901537
Totale lotto € 160.000,00
Durata 24 Mesi
Descrizione FORNITURA RICAMBI NUOVI ED ORIGINALI "NISSAN"
Categorie merceologiche 34312 - Pezzi di ricambio di motori
Ulteriori informazioniLa modalita' della fornitura è indicata nel capitolato di gara.
OggettoLOTTO 4
CIG8017911D75
Totale lotto € 160.000,00
Durata 24 Mesi
Descrizione FORNITURA RICAMBI NUOVI ED ORIGINALI "PIAGGIO"
Categorie merceologiche 34312 - Pezzi di ricambio di motori
Ulteriori informazioniLa modalita' della fornitura è indicata nel capitolato di gara.

Avvisi di gara

14/10/2019Modifica date procedura Aperta: PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA COMUNITARIA AI SENSI DEGLI ARTT. 35 E 60 DEL D.LGS 50/2016 PER LA FORNITURA DI RICAMBI NUOVI DI FABBRICA ED ORIGINALI SUDDIVISA IN LOTTI, PER LA CONCLUSIONE DI UN ACCORDO QUADRO AI SENSI<br
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti19/11/2019 13:00Scadenza presentazione offerte25/11/2019 13:00Apertura delle offerte26/11/2019 ...

Chiarimenti

  1. 02/10/2019 15:38 - disciplinare di gara art. 15 punto 2 requisiti di capacità economico finanziaria e tecnica professionale:
    recita: aver conseguito, per ogni lotto cui si intende partecipare, nell'ultimo triennio (2016/2018), un fatturato specifico, nella fornitura di ricambi, non inferiore all'importo porsto coma base di gara per ciascun lotto.... 
    cosa si intende per fatturato specifico nella fornitura di ricambi? ad esempio per il lotto 1 ricambi Fiat Iveco un fatturato di vendita ricambi SOLO Fiat Iveco oppure per fatturato ricambi in genere che comprende anche i ricambi Fiat Iveco?


    Si intende un fatturato per la fornitura di ricambi in generale.
    14/10/2019 13:46
  2. 14/10/2019 11:22 - Richiesta chiarimenti per procedura aperta sopra soglia comunitaria ai sensi degli artt. 35 e 60 del d.lgs 50/2016 per la fornitura di ricambi nuovi di fabbrica ed originali suddivisa in lotti, per la conclusione di un accordo quadro ai sensi dell’art. 54 del d.lgs. 50/2016. LOTTO 1

    Esclusione dei ricambi equivalenti.
    In relazione al lotto 1 (CIG: 80178868D5) della procedura in oggetto, con il quale codesta stazione appaltante mette a gara una fornitura di ricambi nuovi originali Fiat Iveco, intendendo per “originali” “i materiali prodotti e/o commercializzati dal costruttore del veicolo, ovvero immessi sulla rete di vendita previo controllo di qualità da parte del medesimo costruttore e muniti del proprio marchio identificativo” (cfr. art. 1 capitolato), significo quanto segue:
    • il capitolato è chiaro nello specificare come la stazione appaltante richieda esclusivamente componenti “originali”, escludendo, perciò, tanto gli originali da “primo impianto” (ricambi prodotti dal costruttore del componente utilizzato dalla casa madre per la costruzione e/o l’allestimento del veicolo) quanto gli “equivalenti” (ricambi prodotti da costruttori non appartenenti a nessuna delle due categorie precedenti ma che comunque garantiscono qualità e durata media in esercizio almeno pari a quelle del ricambio originale);
      la disciplina comunitaria (regolamenti nn. 1400/2002/CE e 461/2010/UE) si pone l’obiettivo di preservare la concorrenzialità nel settore della distribuzione di ricambi per veicoli attraverso la previsione di un complesso di regole dirette a garantire la perfetta equiparazione tra ricambi “originali” e pezzi di ricambio di qualità “equivalente”;
      in particolare, l’art. 1, lett. t, del c.d. regolamento Monti (n. 1400/02) distingueva i ricambi solamente in due categorie – “originali” ed “equivalenti” – facendo rientrare i ricambi di “primo impianto” nella categoria dei ricambi “originali”;
      il nuovo regolamento addirittura supera tale distinzione, prevedendo la sola categoria dei “pezzi di ricambio”, all’interno della quale sono ricompresi tutti “i beni che vengono incorporati o montati in o su un autobus per sostituirne delle parti componenti” (art. 1, lett. h);
      a ciò si aggiunga come lo stesso diritto nazionale (cfr. l’art. 68, commi 5, 6 e 7, d.lgs. n. 50/2016) sia chiaro nell’imporre alle stazioni appaltanti l’obbligo di accettare le offerte di prodotti aventi caratteristiche tecniche e funzionali equivalenti agli originali.
     Si tratta di regole e principi assolutamente pacifici, come ben chiarito, in fattispecie identica alla presente, il Consiglio di Stato (sent. n. 5289/2015), che,  ha chiarito che non esiste alcuna differenza, né giuridica né materiale, fra i ricambi originali e i ricambi equivalenti.
    Incidentalmente si ricorda che la stessa ASSTRA ha, e da tempo, recepito le indicazioni della giurisprudenza sopra richiamate, invitando tutte le Aziende di TPL ad adeguare i propri bandi.
    Chiediamo quindi di poter offrire a codesta stazione appaltante ricambi originali, primo impianto ed equivalenti. In quest’ultimo caso possiamo su richiesta fornire adeguata certificazione di equivalenza redatta dalla casa costruttrice del ricambio.


    Possono essere offerti ricambi nuovi di fabbrica originali e/o equivalenti.
    14/10/2019 13:59
  3. 30/10/2019 15:33 -
    1.  
    AVVISO DI RETTIFICA DOCUMENTAZIONE DI GARA E PROROGA TERMINI DI
    PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE
    Pertanto in caso di offerta di ricambi equivalenti la ditta aggiudicataria dovrà presentare apposita
    certificazione rilasciata dal Fabbricante dei pezzi di ricambio, relativa alla costruzione/realizzazione e
    quella relativa alla certificazione di qualità ISO 9001.

    SI CHIEDE CONFERMA CHE IN CASO DI FORNITURA RICAMBI EQUIVALENTI SI DOVRA’ PRESENTARE
    DOCUMENTAZIONE DI EQUIVALENZA PER OGNI RICAMBIO EQUIVALENTE OFFERTO ALL’ATTO DELLA
    PRESENTAZIONE OFFERTA COSI COME DA SENTENZA CORTE EUROPEA ALLEGATA ?
     
    1. Art. 8 Procedura di gara, criterio e modalità di aggiudicazione
    Come innanzi indicato la procedura di gara si svolgerà esclusivamente con la piattaforma telematica messa a
    disposizione dal Comune dell’Aquila per la gestione delle gare, previa registrazione.
    L’appalto, da espletarsi mediante procedura aperta art. 60 del D. lgs 50/2016, sarà stipulato nella forma
    dell’accordo quadro con uno o più operatori economici, ai sensi e per gli effetti dell’art. 54 del D. lgs
    50/2016. L’appalto sarà aggiudicato per singoli lotti.    
    I lotti verranno aggiudicati da ASM ai sensi dell’art. 95 comma 4 D. Lgs. 50/2016 e s.m.i., ovvero con il
    criterio dell’offerta al minor prezzo, dato dal massimo ribasso percentuale da applicarsi ai listini dei prezzi
    ufficiali in vigore (2019) delle singole marche.
    L’offerta dovrà contenere pertanto l’indicazione della percentuale di sconto, espressa in cifre (indicando
    max tre decimali), fissa ed invariabile per tutta la durata del contratto, da applicarsi al listino ufficiale in
    vigore. Le percentuali di sconto offerte in sede di gara fisse ed invariabili per tutta la durata del contratto
    saranno applicate ai listini aggiudicatari, in vigore alla data di spedizione di ogni singolo ordinativo. Per tale
    ragione la ditta aggiudicataria sarà obbligata a fornire gratuitamente e regolarmente debitamente firmato dal
    titolare o dal legale rappresentante copia del listino ufficiale nazionale, anche su supporto informatico, che
    riporti la data di entrata in vigore, ogni qualvolta ci sia una variazione dello stesso. In mancanza della
    consegna o ritardo di invio ad ASM del listino aggiornato, verranno emessi ordini e liquidate fatture con
    l’applicazione dei prezzi definiti dall’ultimo listino ufficiale in suo possesso. Le percentuali di sconto
    formulate dalla ditta in sede di offerta, terranno conto di ogni eventualità legata ad aumento, anche rilevante,
    del costo dei trasporti, delle attrezzature, della manodopera, perdite ed ogni altra qualsivoglia circostanza
    sfavorevole dovesse intervenire. Lo sconto percentuale non deve superare le due cifre decimali.

    AVVISO DI RETTIFICA DOCUMENTAZIONE DI GARA E PROROGA TERMINI DI
    PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE
    Il concorrente formulerà un’unica offerta economica con l’inserimento della percentuale di sconto, espressa
    in cifre (indicando max tre decimali), fissa ed invariabile per tutta la durata del contratto, da applicarsi a tutti
    i listini di riferimento ufficiali in vigore considerati per l’offerta
    SI CHIEDE SE LO SCONTO % DOVRA’ ESSERE OFFERTO CON DUE O TRE DECIMALI ?
     
    1. CAPITOLATO DI GARA
    Art. 7 Penalità
    Qualora entro il termine stabilito la ditta aggiudicataria, non effettui la consegna, verrà applicata una penale,
    salvi casi di comprovata forza maggiore, per ogni giorno solare consecutivo oltre il termine fissato, pari
    all’1‰ (unopermille) dell’importo contrattuale. Per ritardi superiori a 5(cinque ) giorni solari, ASM si
    riserva la facoltà di risolvere il contratto, restando a carico dell`aggiudicatario inadempiente, anche gli
    eventuali maggiori oneri che ASM. dovesse sopportare per l'affidamento e l’acquisto presso altra impresa del
    materiale oggetto della presente gara.
    Saranno considerate cause di forza maggiore, purché debitamente e tempestivamente comunicate, scioperi,
    documentati con dichiarazione C.C.I.A.A. o altra autorità equipollente o eventi naturali imprevedibili.
    L’importo complessivo delle penali irrogate non può superare il 10% dell’importo contrattuale; qualora i
    ritardi siano tali da comportare una penale d’importo superiore alla predetta percentuale trova applicazione
    l’articolo in materia di risoluzione del contratto.
    L’applicazione delle penali non pregiudica il risarcimento di eventuali danni o ulteriori oneri sostenuti da
    ASM a causa dei ritardi. La riscossione dell’importo dovuto a titolo di penale potrà avvenire escutendo la
    garanzia prestata a titolo di cauzione definitiva qualora la ditta aggiudicataria non provveda ad emettere nota
    di credito di importo pari a quello delle penali maturate. In caso di escussione della polizza la ditta
    aggiudicataria avrà l’obbligo immediato di ripristinare l’importo di polizza originario, entro 15 giorni
    successivi a quello dell’escussione. La liquidazione della fattura relativa al pagamento soggetto a penale
    avverrà solo successivamente all’emissione dalla suddetta nota di credito.
    NEI CASI DI FORZA MAGGIORE POSSONO ESSERE CONSIDERATI I SEGUENTI CASI:
    • SE L’AGGIUDICATARIO FORNIRA’ RICAMBI ORIGINALI NEL CASO DI NON REPEREBILITA’ DEL RICAMBIO
    PRESSO LA CASA COSTRUTTRICE ?
    • NEI CASI DI ORDINI DI RICAMBI SPECIFICI PER TELAIO (VEDI MOTORI-CENTRALINE ecc) CHIARAMENTE I RICAMBI
    NON POTRANNO ESSERE STOCCATI A MAGAZZINO DALL’AGGIUDICATARIO MA ORDINABILI SOLO SU INDICAZIONE
    DEL TELAIO PER CUI NON SI POTRANNO FORNIRE NEI TEMPI STABILITI DALL’APPALTO ?
     
    1. CAPITOLATO DI GARA
    Art. 4 Tempi Di Consegna
    La consegna dei ricambi avverrà nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 07.00-19.00 (giornate festive
    escluse) e nel giorno del sabato dalle ore 07.00-13.00 (giornate festive escluse).
    Le consegne dovranno avvenire durante tutto l’anno senza alcuna chiusura per ferie.
    Pertanto l’aggiudicatario dovrà assicurare la consegna durante tutto il periodo di contratto con esclusione
    delle sole giornate festive.
    I tempi di consegna sono così fissati:
    - entro due giorni naturali e consecutivi dalla data di emissione dell’ordine.
    Si specifica che per:
    1) gli ordinativi trasmessi entro le ore 11,00 le consegne dovranno essere effettuate entro due giorni
    lavorativi;
    2) gli ordinativi trasmessi dopo le ore 11,00 le consegne dovranno essere effettuate entro tre giorni lavorativi.
    ASM, in casi di urgenza, si riserva di chiedere consegne effettuate con modalità e/o tempistica diverse da
    quelle sopra indicate; in questo caso le variazioni saranno specificate sull’ordinativo trasmesso da ASM.
    L’accettazione della fornitura da parte di ASM non solleva l’aggiudicatario da responsabilità in ordine a
    difetti, imperfezioni, vizi apparenti od occulti delle merci consegnate anche accertati successivamente alla
    consegna. Gli articoli risultati inidonei e/o imperfetti dovranno essere sostituiti, pena l’applicazione delle
    penali, a cura e spese dell’aggiudicatario entro 1 giorno solare dalla richiesta.
    DATO CHE CHIEDETE DEI TEMPI DI CONSEGNA STRETTISSIMI ANCHE PER UN CONCESSIONARIO
    UFFICIALE CHIEDIAMO COME VIENE CONSIDERATO IL SABATO, DATO CHE I CORRIERI ANCHE ESPRESSI
    NON CONSEGNATO IL SABATO MATTINA, IN CASO DI SCADENZA DELLA CONSEGNA AL SABATO POTRA’
    ESSERE SPOSTATA AL LUNEDI’ ?
     
    1. CAPITOLATO DI GARA
    Gli articoli risultati inidonei e/o imperfetti dovranno essere sostituiti, pena l’applicazione delle
    penali, a cura e spese dell’aggiudicatario entro 1 giorno solare dalla richiesta.
    PER GLI ARTICOLI INIDONEI MAGARI ANCHE A CAUSA DEL TRASPORTO O PER CAUSE NON IMPUTABILI
    AL FORNITORE I TEMPI DI CONSEGNA DOVREBBERO ESSERE QUELLI PREVISTI ALL’ARTICOLO 7 ?


     
    1. CAPITOLATO DI GARA
    Art. 5 Garanzie dei ricambi
    La ditta aggiudicataria dovrà garantire i ricambi oggetto dell’appalto da inconvenienti e/o
    malfunzionamento non attribuibile a cause di forza maggiore, per 24 (ventiquattro) mesi dalla data di
    effettiva consegna. Durante il periodo di garanzia l’Aggiudicataria sarà pertanto obbligata ad eliminare, a
    proprie spese, tutti i difetti manifestatisi nei prodotti forniti. Se durante il periodo di garanzia i prodotti
    forniti dovessero presentare difetti, il fornitore è tenuto alla sostituzione dei prodotti difettosi così come
    descritto all’art. 4 del presente capitolato.
    ANCHE IN QUESTO CASO I TEMPI DI CONSEGNA SONO QUELLI PREVISTI ALL’ARTCOLO 4 ?
             tempi di consegna sono così fissati:
    - entro due giorni naturali e consecutivi dalla data di emissione dell’ordine.
             Si specifica che per:
             1) gli ordinativi trasmessi entro le ore 11,00 le consegne dovranno essere effettuate entro due giorni
             lavorativi;
    2) gli ordinativi trasmessi dopo le ore 11,00 le consegne dovranno essere effettuate entro tre giorni lavorativi.


    Si chiarisce che la certificazione di equivalenza dovrà essere fatta per tutti i ricambi contenuti nel listino oggetto dell’offerta. Pertanto in caso di offerta di ricambi equivalenti la ditta aggiudicataria dovrà presentare apposita certificazione rilasciata dal Fabbricante dei pezzi di ricambio, relativa alla costruzione/realizzazione e quella relativa alla certificazione di qualità ISO 9001.
    Il concorrente formulerà un’unica offerta economica con l’inserimento della percentuale di sconto, espressa in cifre, indicando max tre decimali.
    I casi di forza maggiore sono quelli indicati nella all’art. 7 del capitolato di gara. Sarà comunque valutato singolarmente ogni caso.
    Nei casi di ordini di ricambi specifici per telaio (vedi motori-centraline ecc) chiaramente i ricambi non potranno essere stoccati a magazzino dall’aggiudicatario ma ordinabili solo su indicazione del telaio per cui non si potranno fornire nei tempi stabiliti dall’appalto”,Sarà valutato il caso del tipo elencato  al momento della necessità.
    In caso di corriere che non effettui la consegna il sabato, la consegna comunque programmata per il sabato mattina potrà essere spostata al lunedì.
    Per gli articoli inidonei magari anche a causa del trasporto o per cause non imputabili al fornitore,i tempi di consegna verranno valutati secondo il caso.
    Durante il periodo di garanzia il fornitore è tenuto alla sostituzione dei prodotti difettosi nei tempi indicati all’art. 4 “Tempi di Consegna” nonché a quanto innanzi indicato qualora il corriere non effettui la consegna il sabato.   
     
    05/11/2019 11:58
  4. 07/11/2019 16:52 - 1) in che fase della gara si DEVONO presentare i certificati di equivalenza? al momento della presentazione delle offerte? oppure a discrezione dell Stazione Appaltante?
    2) l’offerta economica va compilata inserendo una percentuale unica di sconto,in realtà i listini delle case costruttici fanno riferimento a diverse categorie di sconto anche
    molto diverse una dall’altra per cui, non avendo un elenco di ricambi movimentati ci rende particolarmente difficile formulare un’offerta congrua.In alternativa si richiede
    un elenco dei ricambi movimentati negli ultimi due anni.


    1. In caso di offerta di ricambi equivalenti la ditta aggiudicataria dovrà presentare apposita certificazione rilasciata dal Fabbricante dei pezzi di ricambio, relativa alla costruzione/realizzazione e quella relativa alla certificazione di qualità ISO 9001.
    2. L’offerta  va formulata con una percentuale unica di sconto. Le indicazioni sulla tipologia dei ricambi e quantità possono essere evinte unicamente dall’elenco mezzi Allegato 1 presente nella documentazione di gara.
    12/11/2019 12:49
  5. 14/11/2019 14:16 - Nell’ipotesi di partecipazione a più lotti è possibile presentare un unico documento con elencati i lotti o per ciascun lotto è necessario fare una polizza?

    Si è possibile presentare una polizza unica che comprenda distintamente gli importi delle cauzioni riferite ad ogni singolo lotto.
     
    15/11/2019 13:47

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Comune dell'Aquila

Via F. Filomusi Guelfi L'Aquila (AQ)
Tel. 0862.6451 - PEC: centrale.committenza@comune.laquila.postecert.it